New York cerca turisti, meglio se gay

Andare in basso

New York cerca turisti, meglio se gay

Messaggio  crudelia il Ven Dic 21, 2007 1:39 am

Nel 2008 a New York City partirà una grande campagna pubblicitaria voluta dal sindaco Michael Bloomberg per il rilancio del turismo nella Grande Mela. La campagna, costata 30milioni di dollari, è rivolta in particolar modo ai turisti gay. Le pubblicità invaderanno la città, i giornali, le televisioni e i siti Internet e mostreranno anche immagini di omosessuali. Del resto, New York è già il simbolo della libertà sessuale e della trasgressione ed è proprio in questa città che ogni anno si svolge il Gay Pride, 'la marcia dell'orgoglio gay', che raduna migliaia di persone provenienti da tutto il mondo. Il prossimo si terrà dal 22 al 29 giugno 2008

La prima città degli Stati Uniti a pensare a un rilancio turistico basato sui gay è stata Philadelphia, dove è stato ambientato anche l'omonimo film con protagonista Tom Hanks che interpretava il ruolo di un avvocato malato di Aids

Un precedente esperimento, poi fallito, era stato fatto nel 2001, quando nel Bronx era stata lanciata una campagna di informazione per la salute dei gay e, in seguito a lamentele giunte nel quartiere, era stata tolta

La parata del Gay Pride dello scorso giugno a New York City. La parata celebra l'onore dei gay, delle lesbiche, dei bisessuali e dei trans e ricorda le rivolte di Stonewall del 1969, quando i titolari del locale Stonewall Inn a Greenwich Village dovettero resistere all'irruzione della polizia

Nonostante il recente Gay Pride che si è svolto a New York lo scorso 25 giugno, la Grande Mela ha detto 'no' ai matrimoni omosessuali. L'opinione pubblica è scesa in piazza per una una grande protesta.

La notizia del rifiuto di riconoscere le unioni gay da parte della Corte ha provocato un'immediata protesta alla quale hanno aderito uomini, donne e bambini.

Secondo il New York Times, New York sarà ricordata come la città dove i matrimoni gay hanno avuto un inizio e una fine.

La comunità gay si aspettava una risposta affermativa dalla città di New York, simbolo, fin dagli anni '70, della difesa dei diritti omosessuali.

The March
La tradizionale sfilata che dalla 52esima strada scende sulla quinta avenue fino all'ottava strada, per poi girare ed addentrarsi nelle più strette strade del Greenwich Village. Il Pride quest'anno aveva come tema centrale il riconoscimento legale delle nuove famiglie: ovunque il tema dei diritti civili si può porre liberamente i mutamenti sociali portano alla ribalta lo stesso tema.



avatar
crudelia
Moderatori
Moderatori

Numero di messaggi : 213
Età : 60
Localizzazione : Cambiago
Data d'iscrizione : 13.12.07

Visualizza il profilo http://miciamiciotta.blogratis.net/

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum